Concorso Giulio Raimondo Mazzarino

Si è tenuta il 5 Giugno scorso, presso la Casa Museo Mazzarino, la premiazione del concorso "Giulio Raimondo Mazzarino - Mazzarino attraverso arte, musica, usi e costumi alla corte di Luigi XIII e di Luigi XIV nel Seicento", indetto dal Consiglio Direttivo e rivolto alle classi prime e seconde delle scuole secondarie di I grado della Marsica.

L'originalità del concorso era rappresentata dal fatto che i partecipanti potevano presentare elaborati alternativi al classico tema, stimolandoli verso un lavoro di gruppo che portasse poi alla produzione e alla presentazione di un elaborato sotto forma grafica e/o multimediale.  

La risposta è stata massiccia e gli alunni hanno presentato elaborati di vario tipo, originali e pertinenti al tema del concorso. I ragazzi hanno manifestato creatività, manualità e fantasia, realizzando, tra le tante produzioni arrivate al Consiglio, tele con la tecnica del pointillisme, disegni con l'uso di pastelli, tempere ed acrilici, disegni con riproduzioni di abiti di carta, album con pergamene, scoprendo ed analizzando anche l'importanza e la centralità dell'arte e della musica nella corte francese del periodo mazzariniano.

Hanno inoltre dimostrato una buona manipolazione e padronanza della lingua straniera, con la stesura di un giornalino scritto interamente in francese, di didascalie presentate sia in italiano sia in francese, di lettura di brani, di realizzazione di fumetti e di ricette dell'epoca.

La premiazione è stata coordinata dal presidente della Casa Museo Mazzarino, la professoressa Maria Grazia Capuzza, e ha visto la presenza e gli interventi del Sindaco di Pescina, Stefano Iulianella, e di due noti studiosi della figura del Cardinale Mazzarino, il dottor Franco Zazzara e Diocleziano Giardini.

Visto l'ottimo riscontro avuto, è molto probabile che il concorso verrà riproposto per il prossimo anno scolastico, magari coinvolgendo anche scuole di altre zone. Intanto complimenti a tutti i ragazzi che hanno partecipato con entusiasmo a questa prima edizione del concorso sull'importante personaggio pescinese e sull'enorme influenza che ha lasciato nella corte francese del Seicento.

 

Foto dell'evento (cliccaci sopra per ingrandirle)